attività ferrovirie
trasporto pubblico locale
trasporto merci e logistica
trasporto aereo
trasporto marittimo e attività portualir
viabilità stradale
{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
c_350_300_16777215_00_images_brebemi-tem-autostrada-casello_1.jpg

COMUNICATO ALLE LAVORATRICI E AI LAVORATORI

Modalità attuative
SCIOPERO GENERALE SETTORE AUTOSTRADE
MARTEDI' 18 APRILE 2017
Personale turnista
1° turno dalle ore 22.00 alle ore 06.00
2° turno dalle ore 06.00 alle ore 14.00
3° turno dalle ore 14.00 alle ore 22.00
Personale non turnista
Intera prestazione
Punti Blu
Intera prestazione
Orari sfalsati, spezzati e prestazioni orarie
Negli orari coincidenti
Si ricorda che fino al giorno dello sciopero è comunque in essere lo
STATO DI AGITAZIONE

Restano esclusi dallo sciopero e dallo stato di agitazione i lavoratori turnisti dei settori di-sciplinati dalla Legge 146/90, e successive modificazioni e individuati dalla Regolamentazione provviso-ria di settore della Commissione di Garanzia per il diritto di sciopero: Operatori Sala Radio, Viabilità e i soli addetti agli Impianti relativi al supporto dei due servizi sopraindicati.
Cogliamo l'occasione della presente comunicazione, per una riflessione sull'importanza di questa iniziativa di lotta.

La vertenza relativa alla garanzia del presidio H 24 in tutti i caselli autostradali, iniziata già da tempo con un contenzioso giuridico, ha raggiunto il punto di rottura nel mese di febbraio 2017 quando la Dirigenza della Concessionaria, Strada dei Parchi disdettava i precedenti accordi sui livelli di servizio e unilateralmente decideva di non presidiare nel turno notturno 7 stazioni della propria rete.
Le Organizzazioni Sindacali , valutando che far passare il principio che i caselli possano essere non presidiati, rappresenterebbe non solo un problema per il cittadino dal punto di vista della sicurezza, ma anche una seria messa in discussione della tenuta dei livelli occupazionali, proclamavano uno Sciopero Nazionale di tutto il settore per spingere anche il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ad assumere una posizione ferma sulla materia.

Lo Sciopero veniva sospeso per due volte in seguito a due successine convocazioni del Ministero; la prima con le sole Organizzazioni Sindacali ; la seconda con convocazione di tutte le Concessionarie, incontro durante il quale si svolgeva anche una manifestazione dei lavoratori e lavoratrici di SDP in sciopero, manifestazione a cui erano presenti anche lavoratori di Aspi.

Purtroppo malgrado la struttura di sorveglianza delle Concessionarie abbia ribadito il vincolo del presidio minimo, alcune Concessionarie (SDP, ma non solo ) continuano a non presidiare i caselli sostenendo di essere in attesa del pronunciamento del Consiglio di Stato, mentre altre come ASPI non nascondono di avere progetti in materia. Insomma il MIT non ha messo in atto provvedimenti sanzionatori o interventi politici forti, infatti il Ministro non si è degnato di presenziare a nessuno degli incontri, delegando la questione alla propria struttura tecnica, dunque la Struttura di Sorveglianza pur tenendo il punto non è stata in grado di far rispettare la propria delibera.

Quindi già al termine dell'ultimo incontro infruttuoso si decideva insieme ai lavoratori e ai delegati presenti che era necessario confermare lo Sciopero Nazionale.

Il giorno 4 aprile 2017, veniva quindi convocato un Attivo Nazionale dei delegati di tutte le società Concessionarie, molto partecipato, in cui veniva fuori che anche sulla Torino Savona e in Autovie Venete vi sono caselli senza presidio notturno e addirittura sulla Brescia - Padova il presidio è assente in tutte le 24 ore, facendo nascere il dubbio che dietro ci sia una strategia concertata fra tutte le Aziende Nel corso della discussione sono anche emerse situazioni critiche per le Concessioni in scadenza e in pratica è stato delineato un quadro complessivo del settore allarmante e la necessità di una risposta forte.

Pertanto l'Attivo dei Delegati insieme alle Segreterie Nazionali decideva di confermare lo Sciopero Generale del settore Autostrade e di organizzare una manifestazione sotto il Ministero con pullman provenienti da tutta Italia, nel giorno dello Sciopero (18 aprile 2017) con lo scopo di dare ampia risonanza mediatica alla vertenza e sollecitare un intervento diretto del Ministro. Sarà necessario essere in tanti, quindi invitiamo le lavoratrici e i lavoratori e in particolare quelli del Lazio, per ragioni logistiche, non solo ovviamente ad aderire allo Sciopero , ma anche a essere presenti in massa al Presidio sotto il Ministero.

Crediamo che non sfugga a nessuno l'importanza di questa battaglia, che non riguarda solo i lavoratori di alcune Aziende o solo il comparto Esazione, perché quando l'obiettivo primario delle Aziende diviene quello della ricerca del profitto attraverso la riduzione del costo del lavoro, con tagli all'occupazione, nessuno potrà dirsi al sicuro e gli scenari che si aprirebbero nei prossimi anni sarebbero davvero preoccupanti per tutto il settore Autostrade.

leggi il documento

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna